Caos a Taranto, aggrediti i calciatori Pelliccia e Ferrara nelle vicinanze di un ristorante. Il club: “Clima di guerriglia insostenibile”

Caos a Taranto, aggrediti i calciatori Pelliccia e Ferrara nelle vicinanze di un ristorante. Il club: “Clima di guerriglia insostenibile”

Altro brutto episodio dopo le minacce al direttore sportivo De Santis

di Davide Capano, @davide_capano

Clima teso in casa Taranto, con una nuova notizia poco lieta riguardante aspetti slegati dal rettangolo verde. Come affermato dalla società ionica, i calciatori Pelliccia e Ferrara sarebbero stati infatti aggrediti da individui non ancora identificati e dunque non necessariamente associabili al tifo rossoblu. In attesa di accertare le dinamiche dell’accaduto, è però oggettivo il momento di alta tensione che si registra in quel di Taranto, con l’episodio in questione che fa seguito alla macabra minaccia ricevuta dal ds De Santis.

Dal sito del club ionico…

Ecco la nota ufficiale pubblicata dal club: “Un episodio deprecabile si è verificato ieri sera nelle vicinanze del ristorante che ospita i nostri tesserati. Due malintenzionati, non ancora identificati, hanno usato violenza nei confronti dei calciatori Pelliccia e Ferrara. Soltanto il buon senso dei due ragazzi ha evitato che il fatto degenerasse. La Società, nell’esprimere la più totale solidarietà ai due giocatori, peraltro esemplari nel comportamento in campo e fuori, condanna tutte le forme di violenza che, nell’ultimo periodo, stanno oltraggiando, sotto diverse forme, tutti gli addetti, tesserati e non, contribuendo a creare un clima insostenibile di guerriglia poco confacente ai principi che dovrebbero accompagnare la pratica sportiva nonché, cosa ancora più grave, deturpando l’immagine pubblica della città su scala nazionale. Il club ha altresì provveduto ad attivare tutte le azioni necessarie per assicurare i soggetti di cui sopra alla giustizia e resterà vigile affinché il calcio a Taranto non si trasformi in un veicolo di violenza con il serio rischio di degenerare in una preoccupante deriva che possa mettere a repentaglio l’integrità fisica e morale degli sportivi e di tutte le persone in genere”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy