Torino-Wolves gara senza favoriti: Gianni De Biasi punta però su Zaza

Torino-Wolves gara senza favoriti: Gianni De Biasi punta però su Zaza

Il playoff di Europa League al Grande Torino sotto la lente d’ingrandimento di Gianni De Biasi

di Domenico La Marca

Gianni De Biasi ha dimostrato di essere uno dei migliori tecnici del nostro movimento, riuscendo a realizzare delle autentiche imprese come con il Modena ad inizio anni 2000 e nel suo recente passato con la nazionale albanese ottenendo una prestigiosa qualificazione con la sua selezione ad Euro 2016. Il noto allenatore in esclusiva a Derbyderbyderby.it si è soffermato in particolare sulla prossima sfida di Europa League che vedrà il Torino,sua ex squadra, affrontare i temibili inglesi, ecco quanto emerso:

Torino-Wolverhampton – “Il Torino ha superato agevolmente i due turni precedenti di Europa League, adesso si ritrova contro un avversario ostico, il Wolverhampton, che ha dimostrato anche in Premier League contro il Manchester United, di essere una compagine che non molla mai. Gli inglesi inoltre possono fare affidamento su un tecnico preparato, considerato che il loro gioco non è solo di intensità ma anche di qualità.”

Nessun favorito – “In questa partita non ci sono favoriti, ma il Torino ha le potenzialità per superare il turno, Mazzarri avrà preparato nel migliore dei modi la sfida, soprattutto al fine di evitare di subire gol. Nelle uscite europee ho visto molto bene Ansaldi e Belotti, che adesso è atteso da un banco di prova importante.”

Zaza- “L’anno scorso mi aspettavo molto di più da lui, è potenzialmente un giocatore fortissimo,  ne so qualcosa visto che con il Valencia siglò una rete contro il mio Alaves. Adesso ha un anno di più di esperienza al Torino e questo potrebbe fare la differenza.”

Balotelli – “Oramai non possiamo più parlare di  un ragazzo, visto che ha raggiunto i 29 anni, ha una grande occasione a Brescia dove dovrà dimostrare il suo valore. Mi piacerebbe vederlo esultare con un sorriso ciò significherebbe che prova ancora gioia nel giocare a calcio.”

Ribery- “È un grande colpo per tutto il calcio italiano, sicuramente non verrà in Italia per godersi gli ultimi di anni di carriera ma per dimostrare ancora il suo grande valore.”

Mercato – “Il mercato della Juventus è stato ottimo con l’arrivo di tanti calciatori di assoluto valore, bisognerà capire la compatibilità tra la squadra e il suo nuovo tecnico Sarri, al quale faccio gli auguri di una pronta guarigione. L’Inter è senza dubbio una squadra che mi ha impressionato con l’acquisto di Lukaku e quello probabile di Sanchez, inoltre a centrocampo sono arrivati due calciatori italiani interessantissimi come Sensi e Barella, senza contare la presenza di Conte, che sarà un fattore determinante.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy