DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

HAPS TITOLARE A MARASSI

Venezia, Zanetti: “Se col Genoa non ce la giochiamo, meglio andare in ferie”

VENEZIA, ITALY - SEPTEMBER 27: Head coach of Venezia Paolo Zanetti gestures during the Serie A match between Venezia FC and Torino FC at Stadio Pierluigi Penzo on September 27, 2021 in Venezia, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Il tecnico ha parlato in conferenza stampa prima della delicatissima gara con gli uomini di Ballardini

Davide Capano

Il Venezia, ospite domani alle 15 del Genoa di Davide Ballardini, ha ufficializzato nella giornata di venerdì i rinnovi di Bjarkason e capitan Ceccaroni. Intanto, dopo la sconfitta non senza polemiche con la Salernitana nel turno infrasettimanale, il tecnico Paolo Zanetti, squalificato per un turno dal giudice sportivo e multato di 5mila euro “per avere, al termine della gara, nel tunnel che adduce agli spogliatoi, contestato veementemente e reiteratamente l’operato arbitrale, con parole irriguardose”, presenta così il match del Ferraris nella conferenza stampa della vigilia: "Oggi non parlerò dell’arbitro, anche perché sono squalificato. Cercherò di viverla in maniera lucida, i ragazzi hanno bisogno di me, ma c’è uno staff che farà ampiamente il suo lavoro e Alberto che mi sostituirà. Ho persone competenti al mio fianco e questo mi lascia tranquillo. Cercherà di trasmettere la mia energia e la mia rabbia per aver perso la partita scorsa. Dalla tribuna si vedono le cose diversamente. Dobbiamo assolutamente alzare i nostri numeri offensivi, visto che quelli difensivi li abbiamo buoni, su alcuni dati eravamo addirittura fra le prime. Sui dati offensivi siamo scadenti, anche se siamo una delle poche squadre che schieriamo sempre il tridente. Sono fiducioso perché il dato sulle occasioni create è discreto, dobbiamo presupporre di trasformare in gol quello che facciamo. Non siamo una squadra che subisce molto, ma quel poco che subiamo capitoliamo. Ad oggi sull’aspetto dei gol dobbiamo sicuramente migliorare".

 (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

(Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

"Henry e Forte assieme? Ci stiamo un po’ lavorando - continua il mister arancioneroverde -, per una parte di gara potrebbero anche giocare assieme. Ampadu, Vacca, Lezzerini, Fiordilino e Johnsen non ci saranno, per il resto sono tutti convocati. Okereke è venuto a parlarmi in settimana e mi ha chiesto dove potrebbe migliorare. Secondo me sta facendo bene e mi fa piacere che sia venuto da me, dicendomi che secondo lui guardandomi non sono soddisfatto di lui. Ho cercato di spiegare anche a lui che non si deve accontentare, è molto più forte di quello che crede. Penso che abbia le capacità per tirare fuori ancora di più. Ci stanno mancando anche i gol dei centrocampisti. Svoboda e Caldara li vedo allo stesso livello, sono entrambi giocatori importanti. A Romero non ho detto niente, tranquillamente ripartirà accettando che ha sbagliato, mentre Haps gioca. Mi sono arrabbiato molto con i centrocampisti che non hanno accorciato, sia Crnigoj che Busio stanno a guardare, al 95′ con un punto d’oro una cosa del genere non la accetto. É più importante che intervenga su quello piuttosto che sull’errore di Romero. Aramu è il rigorista ufficiale, Busio, Kiyine e Henry sanno calciare i rigori e in quel caso dovrò decidere io. Penso che quella di domani è una partita che ci possiamo giocare, se non ci giochiamo neppure questa partita è il caso che andiamo in ferie. Mi pesano le sconfitte che potevano essere pareggi. Potevamo essere a quota 10 se avessimo pareggiato con Spezia e Salernitana. Sicuramente ci manca qualcosa".

 

tutte le notizie di