DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

I RIVALI PROTESTANO E LUI...

Delirio da derby vinto: “Proteste Flamengo? C…. loro”, poi il Mister si scusa…

RIO DE JANEIRO, BRAZIL - APRIL 02: Abel Braga head coach of Fluminense celebrates after winning the Campeonato Carioca 2022 against Flamengo as at Maracana Stadium on April 02, 2022 in Rio de Janeiro, Brazil. (Photo by Buda Mendes/Getty Images)

L'allenatore del Fluminense e la sua frase infelice sulla rivolta dei tifosi del Flamengo. Un francesismo e poi le scuse con un comunicato ufficiale...

Redazione DDD

Momento magico per il Fluminense campione dello stato di Rio dopo la doppia finale-derby vinta contro i rivali del Flamengo. Allenamento aperto ai tifosi a Laranjeiras. Dopo la seduta di lavoro, l'allenatore del Fluminense Abel Braga ha parlato del momento che la squadra stava vivendo. Durante una chat trasmessa da “FluTV”, il canale ufficiale del club, l' allenatore 69enne ha commentato le proteste che i tifosi del Flamengo hanno manifestato venerdì mattina, al centro sportivo rivale Ninho do Urubu: "Non me lo aspettavo, no. Ma con tutto il cuore speravo di essere campione, perché è quello che è successo nel 2005. Nessuno credeva nella squadra, ma abbiamo vinto la Coppa di Rio e ne siamo usciti campioni. Ora il fatto più rilevante è l'ambiente che esiste, insieme al collettivo che esiste e insieme agli individui che formano una squadra di calcio. È così che oggi rimettiamo il nostro nome al centro della storia. Dobbiamo sentirci orgogliosi".

Fin qui tutto bene, poi però lo scivolone: “Sono preoccupato che abbiamo fatto un piccolo danno, il Ninho (di Urubu, CT do Flamengo) è stato invaso, tutta quella faccenda. Scusa, ma sono ca**o loro. Se continuiamo con questo ambiente che abbiamo, otterremo cose migliori”. le parole di Braga. Il tecnico del Fluminense, attaccato da più parti per aver usato un termine poco elegante su una vera e propria rivolta di tifosi che ha fatto danni e spaventato i giocatori, si è affidato ad un comunicato ufficiale per scusarsi: "Non volevo attaccare nessuno, sono un uomo di pace".

tutte le notizie di