IL SAN LORENZO ACCUSA IL BOCA E LA POLIZIA

Derby vinto con il Boca, il San Lorenzo protesta: “Un poliziotto ha iniziato a sparare proiettili di gomma”

PROTESTA SAN LORENZO CONTRO I POLIZIOTTI
Sono almeno 14 i feriti e cinque gli arrestati a seguito di quanto accaduto durante l'inizio del match giocato ieri allo stadio Nuovo Gasometro

Redazione DDD

La festa che ha significato la vittoria del San Lorenzo 2-1 contro il Boca Juniors nella 7' giornata del campionato argentino è stata segnata dagli incidenti avvenuti all'inizio della partita che si è svolta a Bajo Flores. A causa di fatti poco chiari finora ci sono almeno 14 feriti, uno dei quali gravemente, e cinque detenuti.

Feriti nel derby fra il club del quartiere Boedo e il Boca

Il primo a parlare è stato il presidente del San Lorenzo, Horacio Arreceygor, che al termine dell'incontro si è indignato dialogando con la stampa per i fatti accaduti e proseguiti per diversi minuti: “Ci sono stati molti feriti, molte persone arrestate. La verità è che con la violenza con cui la Polizia ha agito, è stato totalmente irresponsabile. C'era un poliziotto che quando è entrata la gente, ha cominciato a sparare proiettili di gomma e lì è iniziata la corrida e si è trasferito in platea”, ha detto.

Derby vinto con il Boca, il San Lorenzo protesta: “Un poliziotto ha iniziato a sparare proiettili di gomma”- immagine 2

Dopo la partita, il club del San Lorenzo ha rilasciato un comunicato ufficiale in cui condanna le brutali e inutili azioni della polizia contro i propri tifosi, che hanno portato a disordini nello stadio. Arreceygor ha anche denunciato che i calciatori del Boca Juniors hanno causato "distruzione" negli spogliatoi. I giocatori hanno rotto alcuni manifesti e hanno colpito una porta. "Quello che hanno fatto ci sembrava totalmente irresponsabile", ha detto.

tutte le notizie di