Gabon, “L’Africa così non cresce”: la denuncia di Aubameyang costretto a dormire sul pavimento in aeroporto

Pierre-Emerick Aubameyang e i suoi compagni di squadra del Gabon sono stati costretti a passare la notte a dormire in aeroporto prima della loro vitale qualificazione alla Coppa d’Africa contro il Gambia.

di Redazione DDD

Aubameyang ha utilizzato i social media per evidenziare la difficile situazione della propria Nazionale dopo essere arrivati all’aeroporto di Banjul domenica, prima dello scontro del Gruppo D di lunedì nella capitale del Gambia. Alla delegazione del Gabon è stato detto di non essere autorizzata a lasciare l’aeroporto a causa di un problema amministrativo ed è stata costretta a dormire sul pavimento prima di poter partire la mattina dopo l’intervento del governo. Non è stata fornita alcuna ragione per non permettere alla squadra di uscire dall’aeroporto e dirigersi al loro hotel dopo l’arrivo e anche per i precedenti standard di gioco nel calcio africano, tutto questo si è rivelato assolutamente insolito. La federazione del Gabon ha pubblicato le foto dell’incidente sulla sua pagina Facebook ma senza alcun commento.

“Bel lavoro CAF, è come se fossimo tornati negli anni ’90”, ha postato Aubameyang su Twitter in riferimento alle precedenti disfunzioni attribuite alla Confederation of African Football. “Questo non ci demotiverà, ma le persone devono sapere e la CAF deve assumersi la responsabilità. E’ il 2020 e vogliamo che l’Africa cresca, ma non è così che ci arriveremo ”, ha aggiunto in seguito l’attaccante dell’Arsenal. Il Gabon è in testa alla classifica del girone, tre punti di vantaggio sul Gambia, che cerca di raggiungere per la prima volta le finali della Nations Cup. Le prime due squadre del girone – che comprende anche Angola e Repubblica Democratica del Congo – accedono alle finali in Camerun all’inizio del 2022.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy