KING KAZU NON MOLLA

L’eterno Miura continua: giocherà per l’Atletico Suzuka… all’età di 57 anni!

L’eterno Miura continua: giocherà per l’Atletico Suzuka… all’età di 57 anni! - immagine 1
Il calciatore più anziano del mondo inizia una nuova avventura in prestito all'Atletico Suzuka, nella quarta serie del suo Paese… La scorsa stagione “King Kazu” era all'Oliveirense, club della Serie B portoghese.
Davide Capano
Davide Capano Redattore 

Kazuyoshi Miura non smette e continua a giocare. Il 57enne, che detiene il record di calciatore in attività più anziano del mondo, torna nel suo Giappone e va in prestito all'Atletico Suzuka.

L’eterno Miura continua: giocherà per l’Atletico Suzuka… all’età di 57 anni!- immagine 2

Miura (Foto tratta da profilo X @planetafichajes)

Lo ha annunciato ieri il club di quarta divisione giapponese.

Miura all’Atletico Suzuka

—  

“King Kazu", come viene chiamato in patria, ha giocato la scorsa stagione con l'Oliveirense, team della Serie B portoghese, dove è arrivato nel febbraio 2023 in prestito dallo Yokohama FC, dalla seconda serie nipponica, e ha collezionato otto presenze senza realizzare nemmeno un gol.

L’eterno Miura continua: giocherà per l’Atletico Suzuka… all’età di 57 anni!- immagine 3

Il 57enne Miura è il secondo capocannoniere di tutti i tempi della Nazionale del Sol Levante e vuole aggiornare il record di presenze e reti ufficiali in un campionato professionistico giapponese, detenuto da lui stesso quando andando a segno due volte al Suzuka nel 2022, dopo aver disputato 18 match in quella stagione.

Lo Yokohama, la sua squadra dal 2005, è di proprietà del Gruppo Onodera, che alla fine del 2022 ha acquisito una quota di maggioranza dell'Oliveirense, club portoghese i cui tifosi hanno accolto “Kazu” come una star.

Miura non vuole saperne di smettere

—  

Nel maggio dello scorso anno Miura ha dichiarato alla televisione lusitana di voler rimanere in campo fino a 60 anni e che è grato per tutto il sostegno ricevuto dai tifosi e per l'esperienza vissuta in Portogallo.

Il nativo della Prefettura di Shizuoka ha lasciato il Giappone all'età di 15 anni per il Brasile, paese in cui ha fatto il suo debutto da professionista con il Santos nel 1986 e, dopo essere tornato in Giappone nel 1990, Miura ha vinto il premio di MVP nella stagione inaugurale della J-League nel 1993 mentre giocava per l'attuale Tokyo Verdy, ex Verdy Kawasaki.

L'attaccante nipponico è stato il primo asiatico a giocare in Serie A nella stagione 1994-95 con il Genoa, oltre a trascorsi con Dinamo Zagabria, Kyoto Sanga, Vissel Kobe e Sydney FC, una carriera che lo ha reso uno dei giocatori più rispettati del Giappone, dove si è distinto per il suo dribbling e la sua natura competitiva.

tutte le notizie di