Oldham Athletic, che infortunio alla schiena! Difensore indisponibile per aver sollevato troppo…il suo cane!

Il curioso motivo dell’assenza prolungata del difensore  David Wheater, assente inizialmente  per Covid, ma in seguito per allenamenti decisamente bizzarri

di Redazione DDD

di Marco Alborghetti –

Nel calcio abbiamo visto molti infortuni bizzarri: dall’infortunio al polso di Nesta per aver giocato con la Playstation, al legamento del crociato rotto di Ferdinand per aver passato troppo tempo sul divano, per non parlare del trauma cranico subito dal portiere Frey per essersi buttato un una piscina semivuota. In questo caso, però, il motivo ha davvero dell’incredibile e inaspettato. David Wheater, difensore 33enne dell’Oldham Athletic, non ha ancora esordito in League Two.

David Wheater con la maglia dell’Oldham Athletic (Photo by Pete Norton/Getty Images)

Il comunicato ufficiale del club, ha voluto informare i tifosi dell’assenza prolungata del giocatore tramite profilo Twitter: “Siamo consapevoli che il giocatore ha annunciato pubblicamente che desidera giocare per l’Oldham Athletic, e in questo senso il club deve far conoscere i motivi per cui ciò non è stato possibile: “David non è stato in grado di allenarsi poiché è risultato positivo al Covid-19 all’inizio di Settembre prima dell’inizio della stagione EFL ed è stato quindi in isolamento per un periodo di 10 giorni”.

Cane da…sollevamento

In seguito, però le cose sono decisamente peggiorate per lo sfortunato 33enne: “ Al ritorno dopo la malattia, è stato selezionato per giocare una partita durante la quale è entrato in collisione con un compagno di squadra e ha subito un trauma cranico ha richiesto riposo dall’allenamento o dal giocare per un minimo di due settimane”.

Fine della sfortuna? Macché, anzi, ironia della sorte  (e in questo caso il modo di dire è quanto mai azzeccato), al suo rientro dal trauma, Wheater ha dovuto fare i conti con un problema alla schiena, dovuto forse al peso eccessivo del suo amico a 4 zampe, come riporta fedelmente il comunicato della società: “Dopo il periodo iniziale di recupero, il giocatore ha riportato un infortunio alla schiena che ha dichiarato di aver subito durante il sollevamento del cane”.

Il cane è il miglior amico dell’uomo, ma se volete farvi aiutare negli allenamenti, almeno non usatelo come peso.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy