A Malmoe vandali provano a tagliare le gambe alla statua di Ibrahimovic

A Malmoe vandali provano a tagliare le gambe alla statua di Ibrahimovic

Altro atto vandalico nella cittadina svedese

di Redazione Derby Derby Derby

Vandali di nuovo in azione contro la statua del calciatore svedese Zlatan Ibrahimovic eretta nella sua città natale di Malmoe, secondo quanto reso noto dalla polizia. Ignoti hanno tentato di segare le gambe della statua, hanno rivelato le forze dell’ordine.

Il dipartimento dei servizi ricreativi della città di Malmoe ha detto che, dopo un’ispezione, non vi è alcun rischio immediato che la statua alta tre metri possa cadere, secondo quanto riportato dall’emittente radiofonica svedese Radio P4. La polizia sta indagando sull’incidente, ma non ha sospetti.

L’annuncio del mese scorso di Ibrahimovic di acquistare una quota del club Hammarby con sede a Stoccolma ha scatenato reazioni rabbiose tra i fan del Malmoe, l’ex club dell’attaccante. Questo ha portato a diversi episodi di vandalismo contro la statua che è stata eretta ad ottobre. “Smettete di vandalizzare la statua di Ibrahimovic”, ha twittato Hedvig Lindhal, portiere della nazionale di calcio svedese. “Tra 100 anni ci si ricorderà che ha messo la Svezia sulla mappa e ne saremo orgogliosi”, ha aggiunto. Peter Linde, che ha realizzato la scultura, ha dichiarato di essere “scioccato”.

“Non indossa una maglia dell’Hammarby o una maglia del Malmoe, è un uomo libero”, ha detto all’emittente pubblica svedese SVT. L’attaccante 38enne ha recentemente completato la sua seconda stagione per i Los Angeles Galaxy nella Mls e ora potrebbe tornare a giocare in un club di Serie A in Italia, dove il suo nome è accostato a diverse squadre tra le quali il Milan. Il gruppo statunitense Anschutz Entertainment Group (AEG) possiede i Los Angeles Galaxy e parte dell’Hammarby Fotboll AB e Ibrahimovic avrebbe acquistato metà della partecipazione di AEG nell’Hammarby.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy