DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IL VENTO DELLO SCANDALO

Bolivia, volata finale: “Volete il titolo? Pagate come avete già fatto…”, poi smentisce…

Bolivia, volata finale: “Volete il titolo? Pagate come avete già fatto…”, poi smentisce…

Juan Rivero, giocatore del Real Santa Cruz, ha riconosciuto che la voce ascoltata in un controverso audio trapelato sui social network è la sua

Redazione DDD

Ad una giornata dalla chiusura del campionato di calcio boliviano, sono tre le squadre che si battono testa a testa per il titolo. The Strongest (63 punti), Independiente (62) e Always Ready (61) sono quelle che vantano ancora la possibilità di alzare il trofeo. Ma un audio trapelato sui social mette in ombra il verdetto sul campionato boliviano. Nella registrazione, si sente che il club Always Ready si starebbe adoperando per far tornare in patria i calciatori dominicani del Real Santa Cruz per giocare l'ultima partita contro The Strongest e cercare di batterli in modo che la squadra capolista non ottenga il titolo e, secondo il Portal Página Siete, la federazione calcistica boliviana (FBF) caratterizza questa azione come "corruzione".

Juan Rivero, uno dei giocatori coinvolti della squadra di Santa Cruz, ha riconosciuto che la voce dell'audio è sua e che ha chiesto un incentivo economico ai club che lottano per il titolo contro la capolista: "Always Ready sta facendo tornare i dominicani, avevano già il biglietto. Per i soldi che offre Always, mi sa che bisogna assicurarsi”, si sente dire Rivero. Uno dei giocatori cui fa riferimento è l'attaccante dominicano Edarly Reyes, che si trova negli Stati Uniti. Come ha spiegato Rivero , ha inviato quel messaggio vocale a un amico che tifa The Strongest. “L'audio è mio. Era una chiacchierata tra amici. Ridendo, gli dico che è pazzo e chiarisco che chiederò un premio a Always Ready e Independiente per andare in campo e vincere perché a nessuno piace che sul suo campo si faccia il giro olimpico", ha dichiarato Rivero al 'Gente de Fútbol', programma di Radio Grigotá.

Nonostante abbia ammesso martedì di aver avviato trattative con i giocatori amici di Always Ready e Independiente per specificare un incentivo economico, Juan Rivero ha voluto abbassare il clima: “Non insisterò perché stanno facendo le cose più grandi di quelel che sono, come se avessi ucciso qualcuno. Era solo uno stimolo da dare ai miei compagni di squadra. Le vacanze stanno arrivando e i bambini ti chiedono delle cose. Comunque al telefono non rispondo più a nessuno".

tutte le notizie di