Cesano Boscone: “Spero ti venga il virus che c’è in Cina”, e il 14enne lascia in campo in lacrime

Cesano Boscone: “Spero ti venga il virus che c’è in Cina”, e il 14enne lascia in campo in lacrime

Incredibile episodio nel milanese, sui campi giovanili, contro un giovane di origini cinesi

di Davide Capano, @davide_capano

Episodio di razzismo e bullismo sportivo durante una partita di calcio dilettantistico. Vittima, un giovane calciatore di origine cinese dell’Asd Cesano Boscone Idrostar. “Spero ti venga il virus come ci sono nei mercati in Cina”, gli avrebbe detto un rivale nel corso del primo match del girone primaverile dei giovanissimi 2006 contro l’Ausonia.

Ecco lo sfogo del ragazzino cinese: “Non mi era mai capitata una cosa del genere”

“Spero che ti venga il virus come ci sono nei mercati in Cina”: dopo questa frase il quattordicenne è uscito dal campo in lacrime. Sempre sui social l’Asd Cesano Boscone Idrostar denuncia: “Una cosa del genere non può e non deve passare inosservata. Il peggio arriva dopo, quando l’arbitro non prende nessun tipo di provvedimento e il mister della squadra Ausonia, e neanche i dirigenti, richiamano il proprio giocatore. Passa tutto inosservato, tra l’indifferenza generale. L’indifferenza. È questo che ci fa paura”.

Lo sdegno del club milanese
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy