DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

LO SCALPORE DI QUEL PAOK-AEK

Derby delle K del 2018, il presidente con la pistola: condannato a 25 mesi di galera

Derby delle K del 2018, il presidente con la pistola: condannato a 25 mesi di galera

Ivan Savvidis, presidente del PAOK, è stato condannato a 2 anni di reclusione per essere entrato in campo armato in un match nel marzo 2018 per rimproverare l'arbitro, che aveva annullato un gol alla sua squadra.

Redazione DDD

Giovedì un tribunale della città di Salonicco, nel nord della Grecia, ha emesso una condanna a 25 mesi di reclusione, con pena sospesa per 3 anni, al presidente della squadra di calcio professionistico PAOK di Salonicco, Ivan Savvidis. La corte ha ritenuto l'uomo d'affari russo-greco colpevole di essere entrato violentemente in campo durante un derby della Super League greca tra la sua squadra e l'AEK Atene l'11 marzo 2018. Al contrario, il fatto che fosse mostrato in possesso di una pistola, nascosta in un fondina attaccata alla cintura, e il rischio di causare danni fisici ad altre persone non è stato preso in considerazione nel verdetto e nella sentenza. Una condanna a 10 mesi con sospensione della pena è stata emessa anche all'allora direttore sportivo del PAOK, Luboš Michel. Altri sei imputati, tutti secondo quanto riferito guardie del corpo di Savvidis, sono stati assolti.

 (Photo by Vladimir Rys/Bongarts/Getty Images)

Un'altra disposizione della sentenza vieta a entrambi gli uomini di assistere alle partite del PAOK per tre anni, con l'obbligo aggiuntivo di presentarsi in un distretto di polizia locale il giorno in cui tali partite sono programmate. Tuttavia, anche tale divieto è stato sospeso fino alla pronuncia dell'appello. In precedenza, durante la sua requisitoria, il pubblico ministero del tribunale aveva raccomandato che Savvidis fosse giudicato colpevole, poiché le prove mostravano chiaramente che il proprietario del Paok non aveva il diritto di entrare nel campo di gioco, accompagnato da sei membri del suo gruppo di sicurezza. Il pubblico ministero ha osservato che se Ivan Savvidis aveva inteso, con la sua invasione di campo, smorzare la tensione, ha fallito. E il risultato fu l'opposto di quello che riteneva sarebbe accaduto.

tutte le notizie di