E’ ufficiale, Omar Daffe: per l’Agazzanese il danno degli insulti e la beffa della partita persa a tavolino

E’ ufficiale, Omar Daffe: per l’Agazzanese il danno degli insulti e la beffa della partita persa a tavolino

Le decisioni del giudice sportivo

di Redazione DDD

Ecco la sentenza definitiva del giudice sportivo sul caso che ha portato all’espulsione di Omar Daffe e alla sospensione della partita valevole per il campionato di Eccellenza tra Bagnolese e Agazzanese.

A distanza di qualche giorno ha fatto maggiore chiarezza il video di Telelibertà Piacenza ha spiegato meglio quanto accaduto, in cui sembra di sentire tra i vari insulti anche quello razzista incriminato, prima dell’uscita del portiere con conseguente espulsione.

Il giudice sportivo ha deliberato queste decisioni: squalifica di un turno per Omar Daffe, gara persa 3-0 a tavolino all’Agazzanese e un punto di penalizzazione, diffida ma nessuna punizione alla Bagnolese perché le sanzioni previste dall’articolo 8 comma 1 del Codice di Giustizia sportiva, sono di fatto sospese dal Giudice Sportivo che sottopone il club a “un periodo di prova di un anno”: “Ai sensi dell’art.28 comma 4) C.G.S. si commina alla società Bagnolese la sanzione di cui all’art. 8 comma 1 lett. d) C.G.S, poiché propri sostenitori nel corso della partita rivolgevano espressioni offensive per motivi di discriminazione razziale nei confronti di un giocatore avversario. In applicazione dell’art. 28 comma 7 C.G.S questo Giudice Sportivo, tuttavia, sospende l’esecuzione di tale sanzione e sottopone nel contempo la società Bagnolese ad un periodo di prova della durata di un anno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy