El Shaarawy dà il suo contributo per il Coronavirus dalla Cina, donando soldi all’Ospedale San Paolo di Savona e mascherine

El Shaarawy dà il suo contributo per il Coronavirus dalla Cina, donando soldi all’Ospedale San Paolo di Savona e mascherine

L’attaccante italo-egiziano dalla Cina, dona soldi all’Ospedale San Paolo di Savona e migliaglia di mascherine per il popolo italiano

di gpaciotta

L’ex attaccante di Milan e Roma, si è reso protagonista di un gesto decisamente lodevole, aprendo una raccolta fondi per aiutare l’Ospedale San Paolo di Savona. El Shaarawy che è molto legato alla sua città e a quell’ospedale poichè ci ha lavorato proprio sua madre. Il Faraone che ha rivelato attraverso un lungo post sui social di aver già superato quota 40.000 euro di donazioni e che l’obiettivo è fissato sui 50.000. Dopodichè andrà a pareggiare l’ammontare raddoppiando la cifra, in maniera tale di aumentare i posti letto in terapia intensiva.

L’attaccante che insieme ai suoi compagni dello Shanghai Shenhua è pronto a donare anche migliaglia di mascherine, occhiali, tute e kit di emergenza al popolo italiano. Con El Shaarawy che andrà di nuovo a pareggiare la donazione, dando quindi il suo contributo dalla Cina. Il paese da cui è partito questo terribile Coronavirus e da cui dopo diversi mesi di difficoltà stanno uscendo nel migliore dei modi. Gran gesto di solidarietà dunque per il classe’92, trasferitosi in Cina la scorsa estate dopo aver ricevuto un offerta monstre dal punto di vista economico. Campionato cinese attualmente fermo, così come proprio quello italiano. Con l’attaccante che in attesa di tornare a gonfiare la rete, aiuta la sua Italia e la sua Liguria a segnare il goal più importante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy