Gli Under 12 Sparta battono 12-4 il Feyenoord, ma il derby di Rotterdam fra Prime squadre al De Kuip è a rischio per Covid

Alla vigilia del derby di Rotterdam con il Feyenoord, lo Sparta segnala tre contagi. I casi positivi sono emersi durante un round di test extra per giocatori e membri dello staff durante il weekend internazionale e i giorni di riposo associati per la selezione.

di Redazione DDD

Il derby Feyenoord-Sparta Rotterdam di domenica a metà giornata è a rischio. Gli Spangenaren (lo Sparta…) sono stati colpiti abbastanza duramente dal virus. I test di ieri hanno mostrato che tre giocatori hanno il virus. “Capiremo tutto venerdì, quando i nostri dipendenti saranno nuovamente testati”, ha affermato il direttore tecnico Henk van Stee: “Dobbiamo tener conto che il virus potrebbe non fermarsi a questi tre dipendenti”. A causa della pausa internazionale e dei giorni di riposo per i giocatori, ieri mattina è stato programmato un round di test extra per i dipendenti dello Sparta. I tre giocatori risultati positivi sono stati immediatamente messi in quarantena. “Ma ieri hanno ancora fatto il giro del club quasi tutto il giorno dopo il test del mattino”, dice Van Stee. “Quindi potrebbe essere che alla fine di questa settimana si scopra che molti dei nostri dipendenti abbiano il virus”. In attesa di sapere se si giocherà o meno il derby fra le Prime squadre, lo Sparta Rotterdam si è tolto due soddisfazioni.

Gli Under 12 dello Sparta hanno battuto 12-4 quelli del Feyenoord. Gli Under 18 hanno vinto con un punteggio più…”umano”: Sparta-Feyenoord 2-1.

Se i giocatori positivi al test non presentano alcun reclamo, vengono riesaminati 72 ore dopo il test. Se poi risultano negativi, possono teoricamente giocare domenica per lo Sparta nel derby contro il Feyenoord. Anche se in quel caso sono riusciti a malapena ad allenarsi. Se i giocatori dovessero subire disturbi fisici, resteranno in isolamento casalingo per sette giorni e comunque non ci saranno allo stadio De Kuip di Rotterdam per il derby. Se venerdì si scopre che diversi dipendenti risultano positivi, c’è la possibilità che tutti a Sparta debbano essere messi in quarantena. Henk van Stee: “Possiamo solo aspettare e vedere. Come squadra di calcio non vuoi altro che giocare a calcio. È quello che vuole anche lo Sparta. Alla fine, però, non è lo Sparta a decidere se possiamo dare il via allo stadio De Kuip. Se venerdì si scopre che diversi dipendenti risultano positivi, c’è la possibilità che tutti debbano essere messi in quarantena”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy