Il contagiato 1 del calcio inglese ora sta bene, Arteta: “Tutto passato, ma non torniamo ancora ad allenarci”

Il contagiato 1 del calcio inglese ora sta bene, Arteta: “Tutto passato, ma non torniamo ancora ad allenarci”

Arsenal: continua il distanziamento sociale nonostante ora Mikel Arteta stia bene

di Redazione DDD

il tecnico dell’Arsenal Mikel Arteta ha iniziato la sua guarigione dal Coronavirus, episodio che aveva portato alla sospensione della Premier League, il suo era stato il primo nome di alto profilo nel calcio inglese a contrarre COVID-19, e lo spagnolo iniziò immediatamente a isolarsi. Nel frattempo, l’ Arsenal ha chiuso la base di Londra Colney e ai giocatori sono stati impartiti regimi di allenamento individuali da sostenere a casa.

Arteta si è ora ripreso dalla malattia e ha fornito una sequenza temporale di eventi dal momento in cui aveva appreso che aveva la malattia e aprirsi su come era, spiegare come ha informato l’Arsenal e infine confermare che è di nuovo sano.”Sto molto bene ora, sento di essermi ripreso”, ha detto Arteta a La Sexta.”Mi ci sono voluti tre o quattro giorni per iniziare a sentirmi molto meglio e con più energia, a lasciare i sintomi alle spalle e ora, la verità è che mi sento molto bene”. Sulla cronologia degli eventi dal momento in cui ha iniziato a sentirsi male, ha continuato: “Tutto è accaduto molto velocemente. Martedì pomeriggio mi sentivo così e sono andato a vedere il dottore ma lui non c’era. Poi ho ricevuto una telefonata dal consiglio di amministrazione dopo l’allenamento mentre ero in macchina e mi hanno detto che il presidente dell’Olympiakos era risultato positivo e che tutti quelli che erano stati in contatto erano a rischio.”Ho continuato dicendo loro che non mi sentivo bene e che avevamo molti giocatori che erano stati in contatto con l’Olympiakos. Il giorno successivo avremmo dovuto disputare una partita contro il Manchester City e ovviamente non potevamo mettere a rischio molte persone senza dire nulla.

“Ho fatto il test lo scorso mercoledì e mi è stato diagnosticato venerdì, quando abbiamo dovuto comunicarlo alla Premier League che ero stato testato positivamente. Ovviamente tutti quelli che erano stati in contatto con me dovevano andare in quarantena e, di conseguenza, le partite dovevano essere sospese”. L’Arsenal ha detto ai propri giocatori di rimanere a casa, insistendo sul fatto che sarebbe “inappropriato” tornare all’allenamento, nonostante il recupero di Arteta. L’Arsenal sta ritardando il ritorno fino a nuovo avviso, visti gli attuali consigli del governo sul distanziamento sociale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy