Il Milan di Brescia soffre e vince: sfortuna bresciana e fattore Rebic

Il Milan di Brescia soffre e vince: sfortuna bresciana e fattore Rebic

Brescia-Milan 0-1

di Redazione DDD

di Mattia Marinelli –

Gigio Donnarumma uomo-partita e Rebic ancora uomo-gol. Il Milan che spreca con Ibra nel primo tempo e che soffre con le occasioni bresciane della ripresa, alla fine trova la porta di Joronen con la stilettata di Ante Rebic. Entrato in campo al posto di un Leao un po’ polemico al momento del cambio dopo una partita più di ombre che di luci, il nazionale croato ha ribadito di essere pieno e unico protagonista della sua svolta.

Un esempio per lo stesso Leao, ma anche per Suso, per Piatek, per Paquetà. Quarta vittoria consecutiva del Milan in stagione in partita ufficiali, pur senza una buona gara dal punto di vista tecnico, il Milan ha saputo arrivare ai tre punti con la convinzione giusta e con l’atteggiamento giusto. Il Brescia è sfortunato: crea, propone, sfiora, Ma ad un certo punto prende gol. E non è accaduto soltanto con il Milan.

Il Milan sarà senza Bennacer contro il Verona, l’ultima partita prima del derby contro l’Inter. Ma ci sarà prima da superare lo scoglio della coppa Italia, a San Siro in un duro confronto contro il Torino. A Brescia, Donnarumma si è ampiamente rifatto dell’errore che aveva fatto in occasione del gol del vantaggio dell’Udinese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy