La dura realtà, il Barcellona fa i conti: il Covid costa 200 milioni, drastico calo dei ricavi

Danni economici e rinunce pesanti per il Barcellona che in seguito alla pandemia riduce le entrate, – 203 milioni.

di Serena Calandra

Che le casse delle società sportive avrebbero avuto riscontri economici negativi in seguito alla pandemia non è di certo una novità. Tra le società più toccate figure senza opzione di riscatto il Barcellona. Facendo un’analisi più ampia il club blaugrana infatti ha perso 97 milioni di euro la scorsa stagione. Secondo i risultati finanziari presentati ieri dal club catalano, dalle dichiarazioni di Jordi Moix è emerso che “gli effetti del Covid-19 hanno avuto come risultati 200 milioni di entrate in meno, perdite nette pari a 97 milioni contro gli undici milioni di profitti previsti”.

Di fronte al calo dei ricavi, il club ha cercato di ridurre le spese, riuscendo a fare risparmi per 74 milioni, di cui 42 grazie alla riduzione salariale del 70% concessa dai giocatori, 30 sulle commissioni di gestione e due legati al calo delle retribuzioni del personale non sportivo. I dati però restano impressionanti: il Barca aveva preventivato entrate per oltre un miliardo, 1.047 milioni, per la stagione 2019/2020 ma la grave situazione causata dalla pandemia le ha ridotte a 855 milioni, 203 in meno del previsto.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy