Luka Jovic, parla il papà: “Negativo al tampone, è venuto a Belgrado per il suo bambino e per aiutare il Paese”

Luka Jovic, parla il papà: “Negativo al tampone, è venuto a Belgrado per il suo bambino e per aiutare il Paese”

Luka Jovic e Sofija Milosevis stanno aspettando un bambino e sono chiusi nel loro appartamento di Belgrado, dal momento dell’arrivo in Serbia del giocatore del Real Madrid messo sotto accusa dalle autorità del suo Paese

di Redazione DDD

Il calciatore Luka Jovic e la modella Sofija Milosevic hanno annunciato che stanno aspettando un bambino: congratulazioni da tutte le parti. “Certo che sono felice, chi non lo sarebbe”, ha detto il papà del giocatore Milan Jovic a Pulse, spiegando poi cosa stanno facendo Luka e Sofia in questo momento. “Sofia non è uscita per festeggiare il suo compleanno perché è in stato interessante. Luka non ha camminato e festeggiato in città, ma era con la sua ragazza a casa. Sono nel suo appartamento e siamo in contatto regolare. Per ora, va tutto bene.”

Luke e Sophia hanno avuto una relazione alla fine dell’estate dell’anno scorso, e più volte è stato detto che si erano lasciati e invece sono ancora insieme. La famiglia Jovic ha avuto l’opportunità di incontrare la nuora e Milan Jovic dice: “Piaccia o no, siamo qui per sostenere Luka. È un adulto, ha vissuto molto nella sua vita e sono sicuro che riuscirà a pensare con la testa. E se non ci piacesse, non lo direi a mio figlio e non entrerei in conflitto con lui. Il tempo ci dirà del suo rapporto con Sofia, se buono o meno. Sofia è venuta a casa nostra, lei era con noi nel villaggio. Parliamo ogni giorno, sosteniamo il nostro bambino”. Sofia Milosevic è costantemente chiamata in causa dai media, circolano varie voci sulla sua vita amorosa, ma il padre di Luka valuta le persone in base ai suoi sentimenti personali: “È stato scritto dappertutto, non vado nel passato di qualcun altro, né lo so, né ho visto. Ciò che non ho visto con i miei occhi non lo posso confermare. Questa è la mia posizione. Siamo una famiglia ragionevole”.

Luka Jovic è attualmente sotto i riflettori pubblici per aver infranto le regole di autoisolamento quando è arrivato in Spagna dalla Serbia, e il primo procuratore di base a Belgrado ha ordinato alla polizia di sporgere denuncia contro il giocatore. Il padre di Luka pensa che suo figlio dovrebbe sopportarne le conseguenze se ritenuto colpevole: “Ha superato due tamponi ed è stato negativo per entrambi. Pensava di essere negativo e che poteva venire fuori dalla Spagna. Sono totalmente d’accordo con il presidente e il primo ministro, ma solo se è colpevole. Lo sosterrei se avesse torto, ma è venuto a Belgrado e si è chiuso nin appartamento. Le foto che lo mostrano divertire provengono dalla Spagna e sono state scattate mesi fa. Anche Sofia incinta non può lasciare l’appartamento” – dice Milan, aggiungendo: “Luka è venuto in Serbia per stare con la sua famiglia. Prima del suo arrivo sapevamo che sarebbe venuto e non è venuto a causa di Sofia. Voleva passare questo tempo con la sua gente in Serbia. Era pronto ad aiutare il paese, finanziariamente e in qualsiasi modo. Luka aiuterà il popolo serbo e io so quale fosse l’accordo prima del suo arrivo. Come famiglia siamo con Luka e con la sua scelta, qualunque cosa scelga. Dovrebbero criticarlo in modo civile. Alcune cose sono state esagerate, ci sono stati malintesi”, ha concluso Milan Jovic in un’intervista a Pulse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy