Striscioni e cartelli contro la Uefa, il grido di battaglia dei tifosi del Manchester City: “Ci vedremo in tribunale…!”

Protesta dei tifosi all’Etihad durante Manchester City-West Ham 2-0

di Redazione DDD
I tifosi del City contro la Uefa

I tifosi del Manchester City hanno protestato contro la squalifica per due anni dalla Champions League, con striscioni e cartelli che descrivono la Uefa come una “truffa” e una “mafia”. La partita all’Etihad contro il West Ham è stata la prima da quando il club è stato multato per 25 milioni di sterline ed escluso dalla massima competizione europea. Il club ha dichiarato che porterà il caso al Tribunale arbitrale per lo sport nel tentativo di chiarire il loro operato ed evitare un costoso esilio.

Tuttavia, il City è già stato avvertito che potrebbero essere necessari mesi prima di scoprire il loro destino in merito alle accuse sull’aggiramento del Fair play finanziario. Di conseguenza, i tifosi si sono sfogati cantando: “Ci vedremo in tribunale, ci vedremo in tribunale – Fottutamente fuori dalla Uefa, ci vedremo in tribunale!” durante l’incontro con il West Ham vinto 2-0. I tifosi hanno anche cantato il nome del proprietario Sheikh Mansour e mostrato striscioni che definiscono la UEFA un “cartello” e descrivono il divieto come una “truffa”.

La partita in casa della City contro gli Hammers, che è stata riorganizzata dopo il rinvio di 10 giorni fa a causa del ciclone Ciara, è stata notevole anche per la quantità di posti vuoti nello stadio. L’amministratore delegato del club, Ferran Soriano, ha insistito sul fatto che al City non si erano resi colpevoli di violazioni del Fair Play finanziario.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy