Super Calhanoglu, Milan avanti: brividi finali e rossoneri ai playoff contro il Rio Ave

Milan-Bodo Glimt 3-2

di Redazione DDD

di Valentino Cesarini –

Una sofferenza enorme, specialmente negli ultimi 20’, per il Milan che a San Siro batte 3 a 2 i norvegesi del Bodo Glimt e vola al play-off, che vale un posto ai gironi di Europa League. Giovedì i rossoneri se la vedranno in Portogallo sul campo del Rio Ave, che ha espugnato dopo la lotteria dei rigori il campo del Besiktas. Cuore, grinta e sofferenza per i rossoneri, che senza sette giocatori, fra cui il totem Zlatan Ibrahimovic colpito dal covid (sicuramente out fino alla sosta per le nazionali), viene trascinato dal turco Calhanoglu, autore di una doppietta e dell’assist per il primo goal ufficiale di Lorenzo Colombo, attaccante 2002, all’esordio dal primo minuto in gare ufficiali. Che non era semplice affrontare i norvegesi lo si sapeva dal sorteggio e anche dalle parole di Pioli. E poi bastava vedere i numeri. Proprio così, perché il Bodo Glimt che sta per vincere il suo primo campionato, non perdeva dal 1° dicembre 2019, ma soprattutto nella stagione attuale ha numeri da capogiro: 18 vittorie (di cui 2 in Europa con 9 goal fatti e solo 2 subiti) e due pareggi con una media, con ben 74 goal segnati e solo 22 subiti, prima del match di ieri sera.

Lorenzo Colombo

A 24 anni di distanza da quella sera del 4 dicembre 1996, quando il Rosenborg eliminò il Milan dalla Champions, i rossoneri si prendono la rivincita contro una squadra norvegese. Bodo Glimt che esce quattro volte su quattro contro squadre italiane, dopo i precedenti con Inter, Napoli e Sampdoria negli anni passati. Dopo la paura con il goal di Junker, Calhanoglu decideva di trascinare i suoi compagni al turno successivo, ma dopo il 3-2 di Hauge al minuto 55’, il Milan ha pagato la stanchezza fisica e i norvegesi ci hanno creduto, anche se hanno concesso qualcosa in fase difensiva. Dopo un goal annullato a Maldini e un salvataggio sulla linea sul tiro di Saelemaekers, i rossoneri hanno spento la luce, causata dalla stanchezza. Prima Donnarumma ci ha messo la sua manona, poi proprio in pieno recupero, Saltnes da pochi passi ha calciato incredibilmente alto. Il Milan esulta per una vittoria sofferta, si qualifica al turno successivo ma domenica la trasferta di Crotone sarà difficilissima per due motivi: i rossoneri avranno sulle gambe i 90’ di ieri sera e la testa potrebbe essere al play-off contro il Rio Ave, squadra da non sottovalutare. Non dimentichiamoci che il mercato è ancora aperto: Paquetà è vicino al Lione e dalla sua cessione potrebbero arrivare almeno altri due colpi, utili per rinforzare una squadra che deve tornare nell’Europa che conta. Non sarà facile, però Pioli e i suoi ragazzi hanno il dovere di provarci fino alla fine…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy