Perotti accusa il prato dell’Olimpico: 2 partite nel giro di 24 ore, campo non buono – Per colpa dell’Europeo?

Perotti accusa il prato dell’Olimpico: 2 partite nel giro di 24 ore, campo non buono – Per colpa dell’Europeo?

Gli infortuni di Zaniolo e Demiral: Perotti “il campo ha inciso sui due infortuni”

di Redazione DDD

Il match fra Roma e Juventus è stato segnato da due brutti infortuni: quello del difensore turco Demiral e quello di Zaniolo, entrambi usciti dal campo con il crociato rotto. La polemica allora si è alzata proprio sulla decisione di disputare i match di Lazio e Roma neanche a 24 ore di distanza. Perotti ha detto la sua in merito in zona mista: “Com’era il campo a 24 ore di distanza da Lazio-Napoli? Il terreno dell’Olimpico non è mai stato granché: è un campo non all’altezza della Serie A. In ogni partita giocata qui a Roma abbiamo trovato il prato ricoperto di buche. Non è un buon campo, sicuramente ha inciso sui due infortuni”.

Ricordiamo i motivi per cui Lazio e Roma hanno giocato entrambe in casa l’ultimo turno di andata: la chiusura del torneo è fissata per il 24 maggio, ad appena 19 giorni dall’inizio di Euro 2020. La prima partita dell’Europeo vedrà protagonista proprio l’Italia e proprio all’Olimpico, teatro scelto dall’UEFA per la gara inaugurale. Ed è qui che nasce il caso: da regolamento, lo stadio Olimpico dovrà essere consegnato alla UEFA 25 giorni prima dell’evento. La data scelta dalla Lega Serie A per la fine del campionato, il weekend del 23 e 24 maggio, ricade all’interno di questa finestra temporale e rende quindi impossibile disputare incontri nell’impianto romano in quelle date. Roma e Lazio sono così forzate a giocare l’ultima giornata del campionato fuori casa e hanno dovuto, di conseguenza,  giocare entrambe in casa nel 19′ turno. Il circolo vizioso dello sfortunato Nicolò Zaniolo è quindi quello di perdere l’Europeo…per colpa dell’Europeo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy