Playoff Champions League: se l’Omonia sfiderà l’Olympiacos sarà derby a Nicosia fra filo-greci e filo-turchi

Playoff Champions League: se l’Omonia sfiderà l’Olympiacos sarà derby a Nicosia fra filo-greci e filo-turchi

Omonia o Stella Rossa? La vincente contro l’Olympiacos ai playoff di Champions League. Se passa l’Omonia Nicosia contro l’Olympiacos sarà un derby greco-cipriota molto sentito e atteso.

di Redazione DDD

Chi contro i greci dell’Olympiacos nei playoff di Champions League? I greci dell’Omonia Nicosia o i serbi della Stella Rossa Belgrado. Un bel preliminare. Se passa l’Omonia Nicosia, ci sarà un derby della Questione Cipro fra gli isolani e gli ateniesi. Per questione cipriota, si intende la situazione di tensione e guerra venutasi a creare sull’isola di Cipro tra le comunità greco-cipriota (maggioritaria) e quella turco-cipriota (minoritaria) e che si è articolata in varie fasi a partire dal 1963. Una situazione allo stato attuale non ancora risolta.

Giorgos Masouras si riscalda con l’Olympiacos

Se ci sarà Olympiacos-Omonia, come si comporteranno i tifosi greci fuori dagli stadi? Avranno ulteriori stimoli i giocatori ateniesi? Tra le due squadre di Nicosia, infatti quella più filo-greca è quella dell’Apoel, mentre l’Omonia è più equilibrata sulla questione greco-turca. In particolare, gli ultrà greco-ciprioti dell’Omonia condannano l’invasione turca, come più in generale l’interventismo militare; ma allo stesso tempo si oppongono al nazionalismo e contestano il sistema educativo greco-cipriota che a loro dire propaganderebbe un forte risentimento anti-turco. In un derby di Nicosia contro l’Apoel, quelli dell’Omonia hanno ospitato in curva cinquecento turco-ciprioti ed esposto striscioni bilingue (in greco e in turco): da quel giorno gli ultras dell’Omonia sono accusati da molte tifoserie cipriote di aver tradito l’identità nazionale ed etnica.

Tutt’altra storia sull’opposto versante cittadino. Alle partite dell’Apoel una sola bandiera ufficiale sventola allo stadio GSP: ed è quella greca. Un grande drappo ellenico viene abitualmente collocato pure in curva, a fianco dello striscione Ultras Apoel. La questione etnica è stata più volte all’origine di situazioni di forte tensione: nel 1986 l’Apoel Nicosia rifiutò di scendere in campo contro il Beşiktaş in Coppa dei Campioni, per protesta contro la perdurante occupazione militare turca nel nord di Cipro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy