Niente Joao Felix e niente guizzi: un derby di Madrid insipido e inespresso

Niente Joao Felix e niente guizzi: un derby di Madrid insipido e inespresso

Intensità e occasioni ma zero gol in Atletico-Real

di Redazione DDD

di Serena Calandra –

Serata di derby a Madrid, serata di pure emozioni. Atletico Madrid da un lato e Real dall’altro. Entrambe in lotta per la prima posizione in classifica varcano il campo con grande voglia di far bene. Due gli assenti per parte: per l’Atletico saltano il match Morata squalificato e Vrsaljko; il Real invece rinuncia ad Asensio e Mendy.

La sfida, che anticipa gli impegni di Champions per le due squadre, parte subito con l’Atletico in grande forma. Gli uomini di Simeone impongono il proprio ritmo mentre il Real più attendista scruta e riflette sul da farsi. Nel primo tempo  sembrano essere poche le possibilità di sblocco del match che gasa un pò di più alla ripresa. Complici i cambi operati per entrambe le formazioni, Correa sostituisce Vitolo nell’Atletico mentre Zidane punta tutto su Modric al posto di Valverde, la partita entra nel vivo e si arricchisce di grinta. Grande l’intensità messa dai due schieramenti che in più occasioni mostrano la propria forza e il proprio cinismo. Tra tutte l’incornata di Benzema che al 76’ costringe Oblak ad una parata eccezionale. L’Atletico impegna non poco gli uomini di Zidane quasi fino alla fine.

A poco servono le mosse schierate dai due tecnici che con amarezza portano a casa un solo punto confermando le rispettive posizioni in classifica. Il derby di Madrid che doveva essere per eccellenza quello dei grandi gol di Benzema, di Joao Felix, o il derby delle grandi azioni difensive e non solo si chiude sul risultato di 0-0 e la delusione di ciò che poteva essere e che invece non è stato…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy