Viterbo protesta per la “farsa” di Rieti dove non si è giocato: le posizioni di Lega Pro e FIGC

Viterbo protesta per la “farsa” di Rieti dove non si è giocato: le posizioni di Lega Pro e FIGC

Rieti senza calcio: per la Reggina niente partita e vittoria a tavolino in Serie C

di Redazione DDD

Sui social viterbesi si legge già: “La farsa di Rieti…altra vergognosa scena nel calcio di terza serie, non si giocherà la sfida contro la Reggina (otterrà la vittoria a tavolino) per problemi nella lista dei locali presentata alla terna arbitrale”. Il problema societario del Rieti è ampio e viene da lontano.

“Le nuove regole funzionano, consentono di difenderci meglio e di evitare disastri – è il commento del presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli -. Chi non è in regola deve sapere che qualcuno, nel solco delle regole, ci metterà la faccia, studierà tutto e proseguirà a fare pulizia.Hanno perso i “furbastri”, chi nell’ombra spera di emergere, fregandosene del bene collettivo”. “Mi dispiace per i tifosi, lo so che soffrite – conclude Ghirelli -, ma noi abbiamo l’obbligo di far pulizia. Oggi non è un bel giorno perché non si è giocato, ma oggi siamo più forti. Come si può constatare con i fatti, in questi mesi non abbiamo scherzato. Stiano tutti tranquilli, non abbasseremo la guardia perché sappiamo che riformare non è semplice, ci vuole perseveranza e tempo”.

La posizione della Figc: “Nel dover constatare purtroppo che a Rieti sono venute meno le condizioni per portare avanti un progetto serio nel calcio professionistico – dichiara il Presidente della FIGC Gabriele Gravina – la mancata disputa della gara Rieti-Reggina conferma come le norme che abbiamo introdotto meno di 6 mesi fa hanno impedito il verificarsi di una farsa e che si falsasse il campionato”. “Non si scherza più, basta prese in giro, lo avevamo promesso a tutti i protagonisti del nostro mondo, primi su tutti i tifosi: gli sciacalli non hanno diritto di cittadinanza nel calcio italiano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy