I 3 gol del derby di Genova: lo squillo di Jankto, l’acuto di Scamacca e la sorpresa del fumogeno con il drone

Sampdoria-Genoa 1-1. Primo gol in Serie A nel derby del genoano Gianluca Scamacca, impresa riuscita prima di lui nel 2012 ai blucerchiati Mauro Icardi e Andrea Poli.

Un fumogeno dentro lo stadio a porte chiuse con tanto di paracadute, per dare una parvenza di derby, di vita e di colore alla partita di calcio fra Sampdoria e Genoa. Un fumogeno portato dal drone. Così come era stato un drone a compiere il primo volo sul ponte di Genova San Giorno in una fase molto avanzata dei lavori per restituire la struttura alla città.

Nel primo tempo, niente droni al momento dei gol. A telecomandare i tiri di Jankto per il vantaggio Samp e di Scamacca per il Genoa solo la loro forza, il loro effetto e la loro mira. Scamacca: primo gol in A proprio nel derby, come gli “avversari” Icardi e Poli nel 3-1 a favore della Samp nel 2012 nel derby che vedeva di fronte Ciro Ferrara (Samp) e Luigi Delneri (Genoa).

All’inizio dell’intervallo acceso conciliabolo fra i due allenatori, Ranieri e Maran, attorno all’arbitro La Penna. Poi, la ripresa. Un buon derby, attaccato e voluto da entrambe le parti. A metà ripresa, il palo di Keita: un brivido. Ah già che l’ex Lazio era stato uomo derby a Roma…In effetti Keita Balde ha dato una profondità nuova al gioco doriano. Derby significa anche che Criscito, a corto di fiato per i non molti allenamenti post Covid, accusi i crampi e stringa i denti. Al suo posto Luca Pellegrini. Tutto normale fino all’1-1 finale. Anche Pjaca ha provato a fare il Keita, ma senza successo. Buon derby, buon Genoa, la Samp poteva fare di più.

Pari e patta nel derby (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy