Lazio-Roma: non sarà solo un derby, ma il Diablo-day con un alto tasso di allerta

Lazio-Roma: non sarà solo un derby, ma il Diablo-day con un alto tasso di allerta

Unione ultras romanisti-laziali per il derby in ricordo di Diabolik

di Redazione DDD

Il mancato funerale di Diabolik ha fatto salire alle stelle il livello d’allerta per il derby della Capitale. Che quest’anno si gioca nella seconda giornata di campionato: Lazio-Roma, appuntamento all’Olimpico alle 18, domenica 1′ settembre. Si tratta di una stracittadina che rischia di giocarsi con la salma dell’ultrà laziale Piscitelli ancora custodita nelle celle frigorifere dell’obitorio di Tor Vergata. Ecco perchè l’omaggio da derby degli ultras rischia di essere anche di rabbia.

Le due tifoserie, quella giallorossa e quella laziale, come avvenne per Gabriele Sandri, potrebbero unirsi nel ricordo di Diabolik. Sicuramente ci saranno anche le tifoserie estere, che da sempre si recano a Roma in occasione del derby. E’ facile ipotizzare una loro presenza anche questa volta. Non solo le tifoserie gemellate da sempre con la Lazio, ma tanti gruppi ultras hanno omaggiato Diabolik con striscioni o comunicati.

Intanto il responsabile marketing della Lazio, Marco Canigiani, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: “Ci avviamo verso i 17mila abbonati. Quest’anno i tempi sono più stretti, generalmente nell’ultima settimana di campagna si registra un aumento delle vendite. In questo caso l’abbiamo dovuta anticipare per evitare sovrapposizione con le vendite dei tagliandi per il derby. Vedremo come andrà. Per quanto riguarda il bus sharing, invece, vi anticipo che l’iniziativa partirà già dal derby. A breve verranno comunicati tutti i punti di incontro. La vendita delle maglie? Sta andando molto bene, rispetto alle medie storiche abbiamo riscontrato un grande successo per la seconda maglia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy